News

SERATA A PALAZZO ROBERTI

Sabato 19.10.13 noi del Trio HADISSI POENARRANDO siamo a Palazzo Roberti - Bassano Del Grappa - Ore 18.

09/10/2013

La morte della/nella disperazione

Che tristezza, morire così, lontano dai propri cari, nel viaggio della disperazione!

 

 

Destini - figli d'immigranti:

"Credo che lo sforzo nel tentativo di risolvere i problemi del terzo mondo debba essere diverso da quello finora proposto. L’ONU, la FAO, i politici e tutte le organizzazioni che hanno la missione della pace e della lotta alla povertà nel mondo, dovrebbero considerare la questione da un altro punto di vista. Per porre fine a fenomeni tali “les banlieues parisiennes”, Rosarno, la selvaggia espulsione di un senegalese all’aeroporto di Madrid o altre immagini come quelle della morte d’immigrati nel Sahara, probabilmente espulsi dal mare di qualche territorio europeo e, successivamente cacciati da quello di Gheddafi, i potenti di questo mondo dovrebbero modificare molti aspetti dei loro rapporti con i paesi “poveri”, generatori di flussi migratori, intervenendo concretamente nella politica e nella gestione di tali Stati: non esiste soluzione efficace al fenomeno migratorio se non aiutando questi paesi a rialzarsi e camminare autonomamente, ponendo fine al gioco degli interessi perversi dei singoli, delle grandi multinazionali e, soprattutto, delle grandi potenze a scapito dei destini di interi popoli e dell’umanità, a nome della quale tutti giurano di voler agire.

Sarebbe utile che i politici condividessero le idee di Enrico Mattei, il marchigiano dei primi del Novecento ribattezzato “corsaro del petrolio” per le sue spiccate qualità imprenditoriali nel settore, sostenendo, come lui, la necessità dell’esportazione del lavoro nel terzo mondo e nei paesi produttori del petrolio. Considerando le ricchezze del sottosuolo africano ambite dall’Occidente e dall’Oriente, per creare lavoro, basterebbe  impiantare delle fabbriche in Africa per le lavorazioni, sul posto, dei vari prodotti. Purtroppo, invece, si preferisce recuperare il grezzo, spesso pagato a prezzi ridicoli o, in molti casi, ottenuto grazie ad azioni belliche come le guerre civili, con la complicità dei governanti, trasportarlo nei propri paesi, moderni ed altamente industrializzati e lavorarlo lì, generando occupazione e benessere. Nel frattempo gli africani vivacchiano, senza lavoro, senza diritti e letteralmente spogliati dalle ricchezze che dovrebbero e potrebbero dare loro  un’esistenza diversa. Come risultato, milioni di persone emigrano sfuggendo dalle miserie e affrontando viaggi rischiosi e difficili verso l’incognito."

03/10/2013

TRIO HADISSI POENARRANDO

TRIO “HADISSI POENARRANDO”

 

Presentazione

 

Da una convergenza di interessi nasce il gruppo formato da Issiya Longo, congolese, autore di diversi libri dati alle stampe, e da Lisa e Gisella, da anni impegnate nella lettura espressiva e nel teatro. Il trio, appassionato di scrittura, musica e lettura, decide di adottare un nome composto da due parole che evocano magia e rito, HADISSI POENARRANDO. 

Hadissi, un'espressione swahili che corrisponde a “C'era una volta”, formula italiana con cui iniziano le favole che si leggono ai bambini.  

Poenarrando invece è un termine coniato dallo stesso “narrautore” (così Issiya Longo ama autodefinirsi) che, nei suoi scritti, affronta più temi: Emigrazione, Integrazione, Guerre e Povertà, soprattutto nel suo paese, il Congo.

La parola “poenarrando” combina giocosamente le parole "poesia" e "narrando" per riferirsi a un raccontare storie, a un esporre considerazioni e riflessioni personali, a un descrivere situazioni di vita in terre lontane che, in modo delicato, facciano presa sull'immaginazione e sulla curiosità dell'ascoltatore-lettore. Per illustrare meglio questo termine citiamo un brano tratto dal libro “Itinerari”, edito nel 2012 (Youcanprint editore) in cui Issiya spiega il valore che conferisce alla scrittura, sottolineando, in questo modo, la differenza tra la poesia e la narrazione classica:  

Mi piacciono i racconti rilassanti, che nascono dalla pura fantasia dell’autore, completamente immerso in un mondo immaginario e geniale che rappresenta il suo essere inconscio, i desideri e le aspirazioni non sempre raggiungibili nella dimensione reale. Tuttavia, ritengo sia necessario che, accanto a questi tipi di narrazioni, ve ne siano altre più riflessive, intellettualmente e moralmente avvincenti, reali ed istruttive, utili all’evoluzione dell’individuo e della collettività.”

I testi su cui si basa il Trio Hadissi Poenarrando non sono solo poetici, ma anche narrativi; due aspetti ben evidenziati, sia nella forma (mediamente lunga), che nel contenuto (storie vere e vissute) espresso dal nostro amico “narrautore”.

 

Chi sono Longo, Lisa e Gisella

 

Issiya Longo è nato a Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo, nel 1973. Cresce con i genitori e i fratelli in varie città del suo paese seguendo gli spostamenti lavorativi del padre. Iniziati gli studi di Medicina all’Università statale di Kisangani, scoppia la guerra civile e approda in Europa, a Milano, dove si stabilisce e si diploma in Grafica Pubblicitaria presso l’Istituto Superiore di Comunicazione. Le sue opere raccontano le vicissitudini della vita, gli insegnamenti e le tradizioni della sua terra di origine; un confronto diretto, consapevole e rispettoso delle diversità culturali viste come motore di unione ed evoluzione. Una voce onesta e diretta nel marasma dell’immigrazione che caratterizza questo nuovo millennio.

Scegliendo la scrittura come mezzo di comunicazione, Issiya s’impegna ad affidare alla carta pensieri e ricordi carichi di emozioni che il nostro modo frenetico di vivere ci fa dimenticare. Credibile grazie alla forte aderenza alla realtà sociale, culturale e politica che ha conosciuto, vivendola in prima persona, l'autore esprime con calore contagioso il suo grande amore per un'Africa di cui evidenzia le grandi potenzialità umane e naturali. Infine, con analisi lucide e oneste, il nostro amico ”narrautore” demolisce i pregiudizi, le demagogie e i falsi miti che secoli di storia occidentale hanno, spesso ingiustamente, costruito addosso al suo continente, l’Africa.

In linea con lo stile ed il messaggio delle opere di Issiya, il Trio Hadissi Poenarrando si propone di offrire momenti di profonda poesia e spunti per intime riflessioni e dibattiti.

 

Gisella, da sempre assidua lettrice, ama la musica, ha studiato canto e pianoforte e partecipa vivacemente alla vita culturale della sua città, Bassano. Compone poesie, fa parte di associazioni di poeti e di compagnie teatrali e ha frequentato laboratori e corsi di dizione e lettura espressiva. Legge presso alcune librerie sia in occasione di presentazioni di libri e incontri con l'autore che per un pubblico di piccoli ascoltatori (0-12 anni), soprattutto dopo aver frequentato un corso di lettura rivolta ai bambini.

 

Lisa, insegnante presso un istituto di istruzione superiore bassanese, frequenta assiduamente laboratori teatrali, recita in più di una compagnia e coltiva una passione inesauribile per la lettura espressiva. Legge per il Cenacolo degli Scrittori Bassanesi, di cui è a partire da quest'anno direttrice artistica, per gli incontri “Venerdì Storia” organizzati dalla Biblioteca Civica di Bassano, per privati, associazioni varie, scrittori e musicisti, prevalentemente in italiano, ma occasionalmente anche nelle lingue straniere che conosce, ossia l'inglese, il tedesco e lo spagnolo, che insegna.  Come comparsa ha lavorato più per l'allestimento di melodrammi (adora la musica!) che per il cinema, ha frequentato lezioni di canto e di danza storica, oltre ad aver doppiato video per aziende locali e ad aver partecipato come figurante e attrice a rievocazioni storiche  in piazze e ristoranti (animazione culturale di cene), organizzate dalla ProBassano. Partecipa dallo scorso anno alla rassegna cinematografica di Crosara di Marostica come lettrice di didascalie di film muti.  

 

La proposta

 

L’attività del Trio Hadissi Poenarrando è principalmente fatta di incontri di scambio culturale e di lettura espressiva (musicale) eseguita da Lisa e Gisella, accompagnate da Issiya alla chitarra.

Portiamo la nostra proposta in diversi ambiti della vita sociale (scuole, librerie, biblioteche, luoghi pubblici e privati, etc.) con un repertorio di testi che si basano sui vari temi trattati dall’autore, accuratamente scelti in rapporto con il pubblico. È un impegno che vogliamo portare avanti con serietà e professionalità, sfruttando l’esperienza pluriennale di Issiya che, come lo dimostra il materiale (immagini e video) raccolto nel suo website www.issiyalongo.com, dal 2009 ad oggi ha avuto diversi incontri (presentazioni di libri, dibattiti, feste, etc.) in svariate località d’Italia. 

30/09/2013

"Scrivo per coltivare le origini - Anche in Africa valori dissolti"

"Il giornale di Vicenza"
Quest'articolo, in alcuni suoi tratti, presenta elementi da cui si sta formando il Trio "Hadissi Poenarrando", due termini che io e le mie collaboratrici abbiamo tentato di spiegare così:
"Hadissi è un'espressione swahili che corrisponde a "C'era una volta...", la formula italiana con cui iniziano le favole che si leggono sempre più frettolosamente (e francamente sempre in minor misura!) ai bambini, mentre "Poenarrando", voce inventata dallo stesso "narrautore" (così Longo ama autodefinirsi!) combina giocosamente le parole "poesia" e "narrando" per riferirsi a un raccontare storie, a un esporre considerazioni e riflessioni personali e a un descrivere situazioni di vita e scenari di terre lontane che facciano presa in modo delicato e rispettoso sull'immaginazione e sulla curiosità dell'ascoltatore-lettore."

13/09/2013

Lettura "katoto lala"

BASSANO D.G:
Sabato 07.09.2013, alla festa delle culture, noi del Trio “Poenarrando HADISSI”, abbiamo letto e cantato “Katoto lala” (Piccolo dormi), la storia di Ithos, il piccolo congolese che “lottava” per non abbandonarsi al sonno.

13/09/2013

Cari lettori,

ho appreso, per vie ufficiose, che l’editore di alcuni miei titoli - “Dal Congo in Italia come in un sogno”, “Destini I” e “Destini II” - abbia chiuso i battenti, rendendo impossibile la loro già difficile reperibilità. Prendendo atto del disagio creatosi, mi scuso personalmente con coloro che hanno tentato, invano, di entrare in possesso di tali libri in formato cartaceo. Prometto di impegnarmi per risolvere la questione al più presto. Tuttavia, informo che tutte le mie opere sono acquistabili tramite LE LIBRERIE ONLINE nel formato digitale, e alcune di esse (“ITINERARI”, “POENARRANDO”, “KATOTO LALA” di cui la vendita è sospesa fino a novembre) anche nel formato cartaceo. Grazie
www.issiyalongo.com - www.youcanprint.it - www.lafeltrinelli.it ecc.

22/08/2013

POENARRANDO - DESTINI

Questa incredibile scena di un leopardo che salva il cucciolo della sua stessa preda, una mamma-scimmia, mi fa venire in mente un mio testo . INCREDIBILE. Leggi e guarda!

P O E N A R R A N D O - DESTINI
...
Harry, amore mio,
tornandotene in Inghilterra,
mi hai lasciata sola,
come la luna nei cieli,
sempre sola,
e senza un suo simile vicino.
Sola,
come la metà della più onerosa delle banconote,
strappata, vanificata, svalorizzata, inutile.
Sola,
COME UN CUCCIOLO DI SCIMMIA NELLA GIUNGLA CONGOLESE,
ORFANO DELLA MADRE,
MORTA CONTEMPORANEAMENTE ALLA SUA NASCITA.
...

P O E N A R R A N D O

12/08/2013

L'ONU SE MOQUE DE NOUS...

"L'ONU CI PRENDE PER I FONDELLI"

 

À qui te cache qu’il te hait, cache-lui que tu le sais/ A chi finge di volerti bene, fingi di crederci.

Per quello che succede in Congo / Africa e, di fronte all’ipocrisia manifesta delle istituzioni internazionali, di molti leader politici mondiali e di tanti altri personaggi, vorrei trovare un consiglio (buono e giusto) da prodigare al popolo kongolese/africano, spesso giudicato istintivo, impulsivo e brusco, poco stratega e poco organizzato nelle sue azioni di protesta. Allora mi domando se è sempre buona cosa AVERE IL SANGUE CALDO, come lo testimoniano molte immagini delle manifestazioni di denuncia per quanto accade in Kongo da quasi vent'anni, o, forse, sia meglio, qualche volta, TENERE il sangue freddo, stare buoni e zitti, fingendo di dare credito alle tante promesse, alle bugie di chi si serve delle disgrazie altrui per fare ricchezza e star bene. 

 A CHI FINGE DI VOLERTI BENE, FINGI DI CREDERCI - ??QUESTION MARK?? 

26/07/2013

Gli ebook di Issiya L

Adesso è possibile leggere tutte le opere di Issiya Longo in versione ebook qui

26/07/2013

Il cenacolo

Un incontro di letture animate con musica dal vivo

09/06/2013